HOME

Avviso importante a tutti i nostri amici e contatti! 
SE DESIDERATE CONTINUARE A RICEVERE COMUNICAZIONI
DALLA Sezione FVG della SFI, vi preghiamo di leggere attentamente questa informativa sulla privacy:

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DATI (ARTICOLO 13 DEL RGPD)

Gentili soci, aderenti e sostenitori,

come è noto, il 25 maggio 2018 entrerà in- vigore il REGOLAMENTO GENERALE SULLA PROTEZIONE DATI UE 2016/679  (RGPD), in base al quale il trattamento dei dati personali dovrà essere sempre improntato ai principi di correttezza, liceità, trasparenza, tutela della riservatezza e dei diritti dell’interessato.

La Sezione Friuli Venezia Giulia della Società Filosofica Italiana (SFI FVG) è un’associazione senza fini di lucro, che ha come finalità statutarie la promozione della ricerca filosofica sul piano scientifico e che organizza riunioni periodiche, convegni, congressi, corsi ed ogni altro mezzo idoneo a conseguire il suo fine. Nell’esercizio di questa attività raccoglie dati personali, quali nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, indirizzo e-mail, codice fiscale, ecc, in funzione del tipo di rapporto richiesto con l’associazione.

I dati personali che SFI FVG raccoglie sono finalizzati:

a) alla corrispondenza e rintracciabilità dei soci/aderenti/sostenitori e a tutti coloro i quali hanno stabilito un contatto con l’associazione

b) alla convocazione delle assemblee

c) al pagamento della quota associativa e ad altri adempimenti di natura contabile e amministrativa

d) all’invio della Rivista Edizione

e) alla gestione del sito web (informazioni varie e invio di newsletter ecc.).

Ogni trattamento è finalizzato a rendere possibile la vita associativa e viene effettuato sia con strumenti manuali che informatici e telematici in modo da garantire la sicurezza, l’integrità e la riservatezza dei dati stessi nel rispetto della legge.

La presidente della Sezione FVG della SFI BEATRICE BONATO, responsabile dell’indirizzario, si impegna a non trasmettere ad altri gli elenchi dei contatti.

Poiché la legge richiede che ciascuno esprima in modo esplicito il proprio assenso al conferimento e all’uso dei propri dati entro il quadro sopra descritto, si chiede gentilmente che ciascun socio, sostenitore, destinatario delle nostre comunicazioni, risponda a questa lettera (cliccare per aprire il documento) che verrà inviata a tutti via email, confermandoci il suo assenso o chiedendo di cancellare il suo nominativo dalla nostra mailing-list.

********************************************************************************************
melagrana 1FILOSOFIA IN CITTA’ 2018

Il prezzo della verita’
Quinto appuntamento domenicale

Domenica 20 Maggio 2018,  ore 11       
TEATRO NUOVO Giovanni da Udine
A COSTO DELLA VITA?
NICOLA GASBARROGIOVANNI LEGHISSA


Letture di Stefano RizzardiCristina BenedettiAlessandra Pergolese
da testi di R. Girard, J. Baudrillard, F. Benslama, U. Fabietti
Musiche di Serge Prokof’ev e Igor Stravinskij. Andrea Boscutti, pianoforte

Programma con letture e indicazioni bibliografiche qui → Foglio sala A COSTO DELLA VITA

Abstract

Il disprezzo per la vita “semplicemente” umana, tanto la propria quanto quella degli altri, la ferma determinazione a distruggerla nel nome di una verità religiosa assoluta, vissuta e concepita probabilmente in modo distorto, si colgono ormai con chiarezza dietro le azioni terroristiche. Nello specchio deformato del terrorismo integralista, fenomeno che ha certo radici politiche intricate, vediamo profilarsi la figura del sacrificio. Figura che spaventa, evocando scenari “primitivi” e modi di vivere che credevamo superati. D’altra parte, la morte inflitta e autoinflitta appare come una sfida estrema all’Occidente secolarizzato, sfida che sorge sulle macerie della globalizzazione, nel deserto culturale aperto sul rovescio delle sue promesse. Per converso, l’Occidente si dispone anch’esso a “sacrificare” qualcosa, seppure in un orizzonte de-sacralizzato: la libertà in cambio della sicurezza. Quale verità può mai richiedere il prezzo della vita? E quale salvezza può ripagare la cessione della libertà?

Ingresso gratuito

I docenti iscritti al corso potranno ritirare l’attestato di partecipazione.
I soci della Sezione FVG riceveranno la copia omaggio dell’ultimo Quaderno di Edizione.

*******************************************************************************************

Uniud    IMMAGINI DIFFERENTI

Martedì 22 maggio 2018, ore 15
Sala del Tiepolo, PALAZZO CAISELLI    vicolo Florio 2, Udine

SIMONE FURLANI
Sull’estetica giapponese, ovvero l’assurda volontà di afferrare il divenire

In collaborazione con la Società Filosofica Italiana – Sezione FVG

Locandina dell’evento qui: Simone Furlani – Immagini differenti

*****************************************************************************************

vicino_lontano2

Al via la 14° edizione di vicino/lontano, dedicata quest’anno agli squilibri nel mondo contemporaneo: dal  10 – 13 maggio 2018
La Sezione FVG,  tra i principali partner di vicino/lontano, parteciperà al festival con due eventi:

VENERDI’ 11 MAGGIO – ORE 18, alla Fondazione Friuli
Udine, Va Manin, 15
presenteremo il nuovo Quaderno di “Edizione”, appena pubblicato da Mimesis

imageSulla cura. Pratiche e prospettive a confronto

Interventi di FRANCESCO BILOTTABEATRICE BONATOCLAUDIA FURLANETTO

A cura della Società Filosofica Italiana – Sezione FVG
In collaborazione con il Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Udine

La cura ha molti significati. Ѐ innanzitutto il punto di partenza per un’azione collettiva che miri a rendere possibile una vita “decente”, arginando la distruzione di risorse, legami sociali, diritti politici e umani. Ѐ una credenza ragionevole, alternativa ai dogmi utilitaristici, capace di mettere in moto nuovi processi immaginativi e di dar vita a pratiche feconde di caring economy. Su un terreno diverso, all’incrocio tra diritto, psichiatria forense e psicoanalisi, la questione della cura incontra quella della responsabilità personale, sfidando la riflessione filosofica a ripensare ancora una volta la soggettività. Cos’è la “cura di sé” a cui il pensiero socratico sollecita i cittadini? Ѐ davvero un esercizio di autosufficienza in antitesi con la nostra vulnerabilità? E a quali condizioni la cura di sé è compatibile con la valorizzazione della cura per l’altro?
Il  Quaderno punta a restituire l’immagine di un ampio lavoro condotto su più fronti, alla ricerca di un legame non oppositivo tra cura di sé, cura dell’altro, cura del mondo.

Si potrà acquistare il volume presso al banco-libreria allestito nella sede della presentazione, negli stand di Vicino/lontano, nelle librerie e sul sito di Mimesis.

vlSABATO 12 MAGGIO  ORE 18.30– CHIESA DI SAN FRANCESCO 
Udine, Largo Ospedale Vecchio

Per i CONFRONTI, appuntamenti clou del Festival, ecco la nostra proposta di approfondimento e discussione:

Una scuola per tutti e per nessuno
con ELEONORA DE CONCILIISMARCO ROMITO
modera BEATRICE BONATO

in collaborazione con la Società Filosofica Italiana – Sezione FVG

Quale forma di uguaglianza dovrebbe essere promossa dall’istruzione e dalla scuola? Il discorso pubblico appare contraddittorio. E il confronto, tra denunce dell’incapacità della scuola di fungere da “ascensore sociale” e sollecitazioni a valorizzare le “eccellenze”, stenta ad andare oltre la polemica mediatica. Occorrerebbe chiedersi se la nostra società apprezzi davvero l’uguaglianza, o se invece molti la percepiscano ormai solo nel senso più superficiale, come livellamento e mortificazione delle differenze e dei meriti individuali. Come dobbiamo interpretare allora l’insistenza sull’uguaglianza nelle politiche scolastiche, se viviamo in un mondo che si professa sempre più meritocratico e selettivo? Come valutare, per esempio, la proposta di estendere l’obbligo scolastico fino ai 18 anni? O l’allarme sul numero troppo esiguo dei nostri laureati, cui fa da contraltare la presenza dei numeri chiusi in molti atenei? O l’impegno delle scuole, dichiarato nei piani dell’offerta formativa, a garantire a tutti non solo la possibilità di apprendere, ma il “successo scolastico”? Forse la scuola democratica porta in sé fin dall’inizio la tensione tra l’ideale dell’uguaglianza e l’esigenza di favorire i più capaci, di far emergere i migliori. Ѐ una tensione che non può essere del tutto superata e che non è in quanto tale un fattore negativo. La cosa peggiore sarebbe negarla, nascondendola sotto il velo della retorica.

Qui il programma completo della manifestazione vl14_opuscolo_LR
Vedi informazioni sul sito www.vicinolontano.it
Qui la presentazione del festival alla conferenza stampa del 18 aprile scorso Comunicato-stampa Vicinolontano 2018


 ****************************************************************************************

UniudLEZIONI UNIVERSITARIE AL COPERNICO 2018

Martedì 8 maggio 2018, ore 10-12

nell’Aula Magna del Liceo Copernico  Via Planis 25 Udine

BRUNELLO LOTTI, Professore Associato di Storia della Filosofia all’Università degli Studi di Udine, terrà una lezione su Linguaggio, Verità e Logica (1936) di Jules Alfred Ayer, testo capitale della filosofia inglese del Novecento. Parteciperanno le classi 5A e 5B del liceo Copernico, con le docenti di Filosofia Beatrice Bonato e Graziella Berto.

L’incontro è riservato agli studenti e ai docenti della scuola.

Le lezioni universitarie nei Licei sono un progetto culturale e didattico di approfondimento filosofico, ideato e promosso dal Dipartimento di Studi umanistici e del Patrimonio culturale (DIUM) dell’Università di Udine per la RETE per la Filosofia e gli Studi umanistici. Da quest’anno le Lezioni sono anche inserite nel Maxi-progetto di formazione-aggiornamento per i docenti TRADIZIONE E CONTEMPORANEITÀ a cura della Sezione FVG.

Qui pdf scaricabili con materiali di preparazione:

Ayer Prefazione

Breve profilo di Ayer

Lo sfondo del neopositivismo

 

*********************************************************************************************************************************************************************ì

melagrana 1FILOSOFIA IN CITTÀ

Dopo il prologo, svoltosi il 24 novembre 2017, seguono, fino a maggio 2018, cinque mattinate domenicali con incontri in cui gli interventi filosofici si alternano a  letture e musiche dal vivo.
La rassegna, ideata e organizzata dalla Sezione FVG della Società Filosofica Italiana, si avvale della collaborazione di numerosi partner: Teatro Nuovo “Giovanni da Udine” – Casa Teatro, Conservatorio Statale di Musica “J. Tomadini”, Comune di Udine – Civici Musei, Università degli Studi di Udine Vicino/lontano, Liceo scientifico “N. Copernico” e Liceo scientifico “G. Marinelli” di Udine, Licei “Leopardi-Majorana” di Pordenone, Rete per la Filosofia e gli Studi Umanistici, CSS Teatro stabile di innovazione del FVG. L’iniziativa è realizzata con il sostegno del Comune di Udine e della Regione Friuli Venezia Giulia, e con il patrocinio della Fondazione Friuli.

Locandina con programma di Filosofia in città 2018

Locandina Filosofia in Citta 2018

Il ciclo FILOSOFIA IN CITTÀ è inserito in un “Maxi-progetto” che integra le principali attività della Sezione dal settembre 2017 al 2018. Il progetto è stato pensato per dare modo ai docenti di Filosofia, e non solo, di svolgere un’attività valida ai fini dell’aggiornamento-formazione, in autonomia e con un taglio squisitamente  culturale. Un’attività che sarà occasione libera di ampliamento e approfondimento delle conoscenze, e insieme di piacere della fruizione e della conversazione filosofica. Oltre agli incontri pubblici, i docenti interessati a svilupparne i temi nel lavoro con gli studenti, potranno seguire i seminari e utilizzare il documento di formazione corredato da una scheda didattica, predisposto dalla prof.ssa Angela Schinella. Si discuterà in particolare di questi aspetti nel seminario del 13 dicembre 2017 al Liceo Copernico.

Qui Maxi-progetto. TRADIZIONE E CONTEMPORANEITA

Qui Maxi- progetto. DOC. FORMAZIONE e SCHEDA DIDATTICA