Festival Mimesis

Festival Mimesis 2017 Navigazioni

 Vedi il programma completo del festival-mimesis-2017

A Udine, da lunedì 23 a sabato 28 ottobre. Mattinate dedicate agli studenti delle scuole superiori, incontri pomeridiani e serali, presentazioni di libri. Sedi degli eventi: Teatro Palamostre, Casa Cavazzini, Scuola Superiore dell’Università di Udine – Palazzo di Toppo Wassermann, LINO’s&CO, Librerie.
La Sezione FVG partecipa al Festival come partner, con la presenza dei soci in diversi appuntamenti e con un evento a propria cura:

... continua a leggere

Festival Mimesis – Apologia del padre

Festival Mimesis 2017 Navigazioni

Giovedì 26 ottobreore 17     LIBRERIA FELTRINELLI – Udine
Apologia del padre
Presentazione dell’ultimo libro di Luisa Accati
con LUISA ACCATIBEATRICE BONATO

Abstract
Di chi è padre il malvagio e perfido patriarca della deplorata società patriarcale? Ѐ il padre delle sue vittime preferite, cioè le donne? Oppure è il padre degli uomini, loro eterno rivale mai accettato? La sacra famiglia costituisce un modello idealizzato che concorre alla formazione dei ruoli parentali. Le relazioni fra i suoi membri (Maria è la vera madre, Giuseppe è un padre putativo, cioè non è il padre del bambino) alimentano uno dei romanzi familiari diffusi nell’infanzia, secondo cui il padre non è il marito della madre, ma un personaggio che non conta per lei. Ѐ la fantasia di molti bambini ed è presente nelle fiabe. Il figlio vuole la madre con tutte le sue capacità solo per sé, dunque non è disposto a riconoscere il debito verso il padre e fa come se il padre non avesse alcun titolo per pretenderlo. Poiché la valenza simbolica della madre è vasta e coinvolge la fertilità, l’abbondanza e la prosperità, lo schema dell’egoismo predatorio infantile entra a far parte delle difficoltà … ... continua a leggere

Festival Mimesis Agonismo e gioco

Festival Mimesis 2017 Navigazioni

Mercoledì 25 ottobre, ore 18    LIBRERIA FELTRINELLI
Presentazione del numero 375 di aut aut, AGONISMO E GIOCO
Interventi di  PIER ALDO ROVATTI, ALESSANDRO DAL LAGO, BEATRICE BONATO

aut autNella celebre classificazione di Caillois, l’agon è una delle quattro famiglie in cui rientrano i giochi umani: sta accanto all’alea, alla mimicry, all’ilinx. I giochi possono mescolarsi e il dosaggio delle quattro componenti può dar luogo a pratiche molto diverse, in una gamma di toni che vanno dal divertimento condiviso alla violenza, dalla tensione estrema all’abbandono. Ѐ difficile tuttavia negare la pervasività e la forza con cui oggi si impone il lato agonistico della “piattaforma” di Caillois, come attesta la fortuna della coppia di termini “vincente/perdente”, che non definiscono più la situazione specifica di un finale di partita ma alludono a un modo di essere e di affrontare la vita, a una qualità personale che rende adatti o meno alle gare. Di fronte a questa torsione dei giochi sociali, economici, pedagogici, che arriva fino al loro sfiguramento, si danno due tentazioni opposte: gettarsi nella mischia in nome di un’adesione entusiastica al mood dominante, oppure chiamarsene fuori con una condanna … ... continua a leggere

Festival Mimesis Divenire femminile

24 ottobre, ore 21 – LINO’s&CO
DIVENIRE FEMMINILE
Dialogo tra SERGIA ADAMOBEATRICE BONATOFRANCESCO STOPPA
A partire dal libro di Francesco Stoppa La costola perduta. Le risorse del femminile e la costruzione dell’umano.

costola perdutaChe cosa vuole una donna? Dopo decenni di pensiero e pratica femminista, ormai in tempi di postfemminismo, la domanda di Freud può suonare intempestiva. Le donne, come gli uomini, devono imparare a scoprire da sé quel che vogliono e lavorare per ottenerlo, questo è il messaggio mainstream, almeno per chi vive nelle società occidentali. Un messaggio di autonomia e di autoaffermazione difficile da sottovalutare, tanto più da criticare. Un’arma a doppio taglio per chi, però, seguendo le tracce della psicoanalisi lacaniana, decida di ribaltare il senso della mancanza che quella domanda evoca, e di farla lavorare produttivamente in vista di un arricchimento della condizione umana. Ma di che cosa mancherebbe dunque la donna o, se si vuole, il “femminile”? E quale potrebbe essere il senso di una nozione così sfuggente e così abusata come “il femminile”? Certo non quello di un’essenza, neppure di un insieme di tratti e comportamenti, forse piuttosto quello di una possibile transizione in parte già in corso, di … ... continua a leggere

MIMESIS FESTIVAL D’Eredità

Mimesis Festival 17-22 ottobre 2016Essere cosmopoliti

Sabato 22 ottobre alle 17.00 al Castello di Colloredo, a cura di Pier Luigi D’Eredità (Liceo Marinelli)

castello-di-colloredo-di-monte-albano

Le corde della filosofia. Può la musica segnare i tempi del pensiero filosofico? 

Esecuzioni di Andrea Francescut (Musicista) e Maria Chiara D’Eredità (Musicista) al liuto e chitarra classica di brani medievali, rinascimentali e barocchi.

Interventi letterari, riflessioni filosofiche, chiarimenti musicologici. Intervengono: Arnaldo Colasanti (Critico letterario e membro del Miur), Stefano Marino (Filosofo, Università di Bologna), Andrea Francescut (Liceo Marinelli).… ... continua a leggere

MIMESIS FESTIVAL De Bortoli

demetrio-1

Mimesis Festival 17-22 ottobre 2016Essere cosmopoliti

Venerdì 21 ottobre alle ore 15.30 alla libreria Feltrinelli di Udine, Massimo De Bortoli introdurrà Silenzi d’amore di Duccio Demetrio.

Il saggio si sofferma sui sentimenti d’ amore alla luce dei momenti di silenzio che connotano ogni relazione affettiva. In particolare sarà però la coppia il luogo prevalente di queste pagine: nella varietà dell’esperienza amorosa, passionale, coniugale, spirituale; nei rituali dell’innamoramento e dell’addio.

... continua a leggere

MIMESIS FESTIVAL Petris

 

Mimesis Festival 17-22 ottobre 2016Essere cosmopoliti

Giovedì 20 ottobre alla libreria Ubik di Udine (piazza Marconi, 5) allefss 18.00 è stato presentato il libro di Enrico PetrisFilosofia e servizi segreti. Il doppio mestiere dei filosofi analitici, Mimesis 2016. A discuterne con l’autore ci sarà Gianpaolo Carbonetto. Lo studio approfondisce le tematiche toccate nel seminario autunnale del 2015 della SFIFVG.

L’idea di fondo del libro parte dal tentativo di applicare alla storia della filosofia, da riorganizzare in un Ufficio brevetti idee filosofiche, lo stesso schema che diversi autori nel corso del Novecento hanno utilizzato per fornire una loro originale interpretazione della tradizione a partire da un punto di vista unitario che però fatalmente finisce per risultare contemporaneamente inconfutabile ed autoreferenziale. È gioco facile pensare allo schema heideggeriano che prevede di derivare tutto il corso fallace e nichilistico della storia dall’obliofssoriginario della differenza ontologica. È lo stesso modello che utilizzerà Derrida sostituendo all’essere la traccia che in sé è già differenza che si differenzia in differanza. E via poetando. Se mettiamo alla prova il modello di questa lettura della storia della filosofia sostituendo ad essere e traccia la coppia filosofia eintelligence, che … ... continua a leggere

MIMESIS FESTIVAL Giacometti

Mimesis Festival 17-22 ottobre 2016Essere cosmopoliti

Il volume di Giorgio GiacomettiPlatone 2.0. La rinascita della filosofia come palestra di vita, Mimesis 2016 verrà presentato giovedì 20 ottobre alle ore 16.00 alla libreria Feltrinelli di Udine, all’interno del Mimesis Festival 2016. L’autore dialogherà con Furio Honsell (Matematico, Università di Udine) e Luca Comino (Consulente e docente di comunicazione) L’ampio studio propone una prospettiva inedita e provocatoria: intellettuali “marginali”, iGiacometti cosiddetti filosofi praticanti, a condizione che si ispirino al modello del dialogo socratico-platonico, sarebbero, oggi, i soli filosofi degni di questo nome, anche quando (anzi soprattutto quando) esercitano l’attività professionale di “consulente filosofico”. La filosofia non coinciderebbe con il suo insegnamento scolastico e universitario, non avrebbe a che fare con i libri, ma consisterebbe in questa pratica molto più concreta, di origine “preistorica”, in grado di sbrogliare i nodi in cui la nostra vita spesso si imbroglia. Giacometti intreccia nel corso del volume un immaginario dialogo con il lettore (che egli, peraltro, contraddittoriamente?, sfida a più riprese ad abbandonare la lettura per sperimentare le pratica reale). Vi si approfondiscono, con dovizia di riferimenti culturali e, soprattutto, esperienziali, il processo in cui consiste una pratica filosofica, i benefici … ... continua a leggere

Partecipazione al Festival Mimesis 2015

La SFIFVG ha partecipato al Mimesis Festival di Udine

  • heideggerposter-festivalgiovedì 22 ottobre 2015 alle 15.00 a Casa Cavazzini
    con la tavola rotonda su
    Heidegger, il sintomo. Oltre i Quaderni neri
    a cui hanno partecipato
    Carmine Di Martino e Andrea Zhok, dell’università di Milano
    Fabio Polidori, dell’università di Trieste, Beatrice Bonato del Liceo ‘Copernico’ di Udine
    qui il resoconto di Beatrice Bonato
    quaderni-neriCambia qualcosa nella valutazione del pensiero di Heidegger alla luce di quanto si legge negliSchwarze Hefte? Non di Heidegger come uomo, sul quale era già perfettamente possibile formarsi un giudizio, ma di Heidegger come pensatore? Andrea Zhok, docente di Antropologia filosofica all’Università di Milano continua qui
  • rnp (180x270)poster-festivale domenica 25 ottobre 2015 alle 11.00 alla libreria Ubik di piazzetta Marconi a Udine con la presentazione di Rosso, nero e Pasolini di Enrico Petris, che ha discusso con Damiano Cantone, direttore di Scenari e Pier Luigi D’Eredità, storico dell’economia e filosofo.qui il report di Eliana Villalta
    Nonostante il nome del luogo dell’incontro evochi la più gustosa letteratura visionaria di Philip Dick, l’argomento del libro di Enrico Petris ci richiama a una realtà storica minuziosamente ricostruita, ma non per questo meno inquietante. Damiano Cantone, nell’introdurre
... continua a leggere