Home

************************************************************************

Al via la SUMMER SCHOOL  DI FILOSOFIA e TEORIA CRITICA

Edizione 2016 a Gorizia

goLa Sezione FVG  da quest’anno soggetto capofila della RETE

Dal 26 settembre al 5 ottobre 2016 si svolgerà la quarta edizione della Summer School, corso residenziale di approfondimento filosofico, quest’anno ospitato al Polo universitario di Gorizia, in via D’Alviano. La Summer School è organizzata dalla RETE per la Filosofia e gli Studi umanistici, della quale fanno parte Licei e Istituti superiori di tutto il Friuli-Venezia Giulia, i Dipartimenti umanistici delle Università di Trieste e di Udine, la Società Filosofica Italiana – Sezione Friuli Venezia Giulia, che da quest’anno ha il ruolo di soggetto capofila.

La prossima edizione ha come titolo La psicoanalisi di Freud e il pensiero del Novecento. Le lezioni, i seminari, i laboratori e le conferenze della scuola attraverseranno, a partire dall’opera di Freud, alcune linee cruciali di sviluppo della psicoanalisi, mostrandone la fecondità per i percorsi del pensiero contemporaneo e saggiandone la tenuta alla luce del confronto con la filosofia. La Summer School intende così mettere a disposizione degli studenti alcuni strumenti critici e metodologici per abbordare importanti temi del pensiero di Freud, a partire dall’inconscio, dal decentramento del soggetto, dalla riflessione sul linguaggio e sull’immaginario, in un’ottica che non perde di vista le molteplici implicazioni della psicoanalisi.

Coordinatore generale della Rete e responsabile scientifico della Summer School è Raoul Kirchmayr, docente all’Università di Trieste e al Liceo Galilei di Trieste.

Vedi anche Nuova Convenzione della Rete , il programma 2016 e il Flyer di presentazione della Summer School

************************************************************************

Il nuovo studio di Tiziano SguazzeroIl socialismo friulano, 1945-1994: dalla Liberazione alla diaspora, prefazione di Gianni Ortis, (Pubblicazione dell’Istituto sguazzerofriulano per la storia del movimento di liberazione), Udine 2016, verrà presentato mercoledì 28 Settembre 2016 – ore 18.30 presso la Sala Conferenze “Là di Moret”, viale Tricesimo, 276 – Udine

Il saggio di Tiziano Sguazzero esamina la storia della Federazione di Udine del Partito socialista italiano dalla Liberazione allo scioglimento del partito e alla successiva diaspora socialista. Il Psi in Friuli ha saputo esprimere una notevole capacità di elaborazione politica e di innovazione sotto il profilo programmatico, ancorando il progetto di trasformazione della società e l’azione quotidiana ai valori della sinistra democratica e ponendo con lungimiranza e con tempestività alcune questioni fondamentali per lo sviluppo civile e il progresso culturale e sociale dell’Italia e del Friuli: il federalismo europeo, il superamento della logica dei blocchi, la compatibilità tra il programma socialista e i valori cristiani, l’autonomia – da non intendersi però come estraneità – della cultura rispetto alla politica, la tematica dei diritti civili, l’esigenza di rinnovare le strutture della vita economica e sociale e le stesse istituzioni, adeguandole ai mutamenti verificatesi nei primi quarant’anni di storia repubblicana. La classe dirigente della Federazione di Udine  del Partito socialista italiano ha saputo esprimere figure di rilievo, anche per quanto concerne la politica nazionale: basti pensare a Giovanni Cosattini, deputato socialista del periodo che precedette l’avvento al potere del fascismo, primo sindaco della città di Udine dopo la Liberazione e senatore di diritto della Istsg Legislatura repubblicana e a Loris Fortuna, la figura più rappresentativa del socialismo friulano dal 1963 sino alla sua morte, avvenuta il 5 dicembre 1985, artefice della battaglia per i diritti civili in Italia. Chiudono il volume una serie di profili bio-bibliografici delle principali figure del socialismo friulano dal dopoguerra agli anni Ottanta.

Qui la recensione di Gian Luigi Bettoli su storiastoriepn.it

Per acquistare il volume è opportuno mettersi in contatto con la dott.ssa Monica Emmanuelli archivista dell’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione di Udine. (Per informazioni: Tel. 0432 295475 – fax 0432 296952; indirizzo mail: archivio@ifsml.it).

************************************************************************

Udine, 18-19 Novembre 2016

RISPONDERE DI SÉ. CURA E RESPONSABILITÀ
tra diritto, filosofia, psichiatria e psicoanalisi

locandina rispondereDue giornate di studio e confronto pubblico in collaborazione con vicino/lontano, Liceo scientifico N. Copernico, Clinica psichiatrica di Udine, Università di Udine, Comune di Udine.

In autunno la Sezione FVG propone al pubblico di Udine una nuova importante iniziativa dal taglio fortemente interdisciplinare, con la partecipazione di filosofi, psichiatri, psicanalisti, magistrati, pedagogisti. La due-giorni si svilupperà in tre momenti e si svolgerà in tre sedi:

1.Venerdì 18 novembre, ore 11-13 e 15-17 AULA MAGNA del Liceo Copernico
Incontro dedicato agli studenti del Liceo Copernico
Interventi di CORRADO BARBAGALLOMATTEO BALESTRIERILIONELLA MANAZZONECLAUDIA FURLANETTOGIORGIO GIACOMETTI. Coordina BEATRICE BONATO
Si potranno riservare alcuni posti per i soci e i docenti interessati (scrivere a beatrice.bonato@tin.it).

2.Venerdì 18 novembre, ore18 LIBRERIA TARANTOLA
Presentazione del numero 370 di “aut aut” Individui pericolosi, società a rischio
Interventi di MARIO COLUCCIPIER ALDO ROVATTI Presenta DAMIANO CANTONE
INCONTRO PUBBLICO E GRATUITO

Sabato 19 novembre, ore 16 ORATORIO DEL CRISTO
Tavola rotonda con interventi di GRAZIELLA BERTOMARIO COLUCCILIONELLA MANAZZONEDAVIDE ZOLETTO. Modera BEATRICE BONATO
INCONTRO PUBBLICO E GRATUITO

RISPONDERE DI SÉ è realizzato con il sostegno della Fondazione Crup e con il contributo dell’Azienda Progetto2.

Qui Locandina e qui Abstract

*****************************************************************************************

Eventi a cura della Sezione FVG a pordenonelegge

podenonelegge

Mercoledì 14 settembre 2016, ore 10.30 Ridotto del Teatro Verdi

UN’ECONOMIA DELLA CURA

Riane Eisler ricchezza nazioniIn collaborazione con il Dipartimento di Lingue e Letterature straniere dell’Università di Udine e l’Associazione Laureati in Lingue (ALL) e la Rete regionale per la Filosofia e gli Studi umanistici. Presentazione dei lavori del Liceo Leopardi-Majorana e del Liceo Le Filandiere del testo di Riane Eisler La vera ricchezza delle nazioni. Creare un’economia di cura di Riane Eisler (Forum, Udine 2015).

Interventi di ANTONELLA RIEM e ANGELO VIANELLO. Presenta CLAUDIA FURLANETTO

***

Venerdì 16 settembre, ore 18.30 Palazzo Gregoris

DALL’ATTESTAZIONE AL RICONOSCIMENTO. ATTUALITÀ DI PAUL RICOEUR

quaderni-fvg-scaramuzza-attestazione-riconoscimento (1)Presentazione di Edizione 2015, a cura di Francesca Scaramuzza (Mimesis, Milano-Udine 2016).

Interventi di FRANCESCA SCARAMUZZA e GUIDO GORGONI. Presenta ELIANA VILLALTA

I testi qui raccolti colgono la natura del percorso filosofico compiuto fra il 1989 e il 1998 dalla Sezione FVG della SFI assieme a Paul Ricœur. Questi scritti affrontano snodi cruciali del suo pensiero, come la riflessione sulla pluralità: pluralità dei sensi dell’essere; pluralità delle prospettive della verità e dei livelli dell’agire umano; pluralità dei nomi di Dio. In altri, la riflessione sulla fondamentale storicità della condizione umana accompagna, pur attraverso l’esperienza della sofferenza, la tensione alla felicità, mentre dalla difficoltà di porre in relazione vissuto e istituzione sorge la ricerca della giustizia e del riconoscimento.

***

Domenica 18 settembre 2016, ore 15.30 Palazzo Badini

DERRIDA, BLANCHOT, KAFKA TRA PSICANALISI E FILOSOFIA

DerrBlaKafPresentazione del libro a cura di Matteo Bellumori, Andrea Sartini e Alberto Zino (ETS, Pisa 2016). In collaborazione con il Movimento per la libertà della psicanalisi e l’Associazione Psicanalisi Critica.

Interventi di ALBERTO ZINO e ANDREA SARTINI. Presenta CLAUDIA FURLANETTO

Più voci si interrogano a partire da riflessioni, domande e pensieri di tre grandi autori, Derrida, Blanchot e Kafka per riversare sulle pratiche della filosofia e della psicanalisi i loro effetti critici e formativi, producendo una sorta di spaesamento che orienta non chiudendo gli orizzonti, non offrendo alibi (Derrida) e lasciando aperto il “fuori” del pensiero (Blanchot), che è anche imperscrutabilità dell’anima (Kafka). Il volume raccoglie gli atti di tre seminari organizzati dall’associazione Psicanalisi Critica di Firenze tra il 2011 e il 2014.

*****************************************************************************************

E’ in libreria il volume di Giorgio GiacomettiPlatone 2.0. La rinascita della filosofia come palestra di vita, Mimesis 2016. L’ampio studio propone una prospettiva inedita e provocatoria: intellettuali “marginali”, i Giacometticosiddetti filosofi praticanti, a condizione che si ispirino al modello del dialogo socratico-platonico, sarebbero, oggi, i soli filosofi degni di questo nome, anche quando (anzi soprattutto quando) esercitano l’attività professionale di “consulente filosofico”. La filosofia non coinciderebbe con il suo insegnamento scolastico e universitario, non avrebbe a che fare con i libri, ma consisterebbe in questa pratica molto più concreta, di origine “preistorica”, in grado di sbrogliare i nodi in cui la nostra vita spesso si imbroglia. Giacometti intreccia nel corso del volume un immaginario dialogo con il lettore (che egli, peraltro, contraddittoriamente?, sfida a più riprese ad abbandonare la lettura per sperimentare le pratica reale). Vi si approfondiscono, con dovizia di riferimenti culturali e, soprattutto, esperienziali, il processo in cui consiste una pratica filosofica, i benefici che è lecito attendersene, la differenza tra la pratica filosofica (alla quale è rivendicata, sulla scia di Hadot e Foucault, la dignità di “esercizio spirituale”) e altre attività più o meno affini (dalle psicoterapie alle forme di meditazione). continua qui

*****************************************************************************************

FLORA 3Domenica 12 giugno 2016, Teatro Nuovo Giovanni da Udine ore 11.30. Il soggetto allo specchioSesto e ultimo appuntamento di Filosofia in città 2016Colloqui sull’individuo

GIUSEPPE BEVILACQUA e PIER LUIGI D’EREDITA’ dialogano su Le confessioni di Agostino. Letture di Stefano RizzardiMusiche di Mario Pagotto, Ensemble Ouessant

imageSe vi è un passo del Vecchio testamento che ha avuto la sorte di diventare una vera e propria questione centrale della filosofia cristiana, quello è il passo di Isaia, dove si legge “nisi credideritis, non intellegetis” (Is. 7,9); il celeberrimo “se non avrete creduto, non comprenderete” è stato, infatti, lo spartiacque di tutte le interpretazioni dei rapporti fra fede e ragione.

   Foglio sala con letture

Qui l’intervento di Pier Luigi D’Eredità

Qui l’articolo di Fabiana Dallavalle del “Messaggero Veneto” del 13 giugno 2016

*****************************************************************************************

Fresco di stampa il nuovo Quaderno di “Edizione” dedicato a Paul Ricœur, a cura di Francesca Scaramuzza. La presentazione il 7 maggio a vicino/lontano. 

quaderni-fvg-scaramuzza-attestazione-riconoscimento (1) Edizione 2015, Dall’attestazione al riconoscimento. In ricordo di Paul Ricœur. A cura di Francesca Scaramuzza. Mimesis, Milano-Udine 2016.

I testi qui raccolti permettono di cogliere la natura del percorso filosofico compiuto fra il 1989 e il 1998 dalla Sezione FVG della SFI assieme a Paul Ricœur. Questi scritti, talora presentati dall’autore in anteprima anche rispetto alla pubblicazione francese delle opere maggiori sull’argomento, affrontano snodi cruciali del suo pensiero. In alcuni di essi la riflessione sulla pluralità appare centrale: pluralità dei sensi dell’essere in Aristotele per pensare un’ontologia oltre Heidegger e Levinas; pluralità delle prospettive della verità e dei livelli dell’agire umano; pluralità dei generi letterari della Bibbia e, dunque, dei nomi di Dio. In altri, la riflessione sulla fondamentale storicità della condizione umana accompagna, pur attraverso l’esperienza della sofferenza, la tensione alla felicità, mentre dalla difficoltà di porre in relazione vissuto e istituzione sorge la ricerca della giustizia e del riconoscimento.

Testi di Paul Ricoeur; articoli di Beatrice Bonato, Guido Gorgoni, Francesca Scaramuzza, Fabrizio Turoldo, Eliana Villalta.

Puoi acquistare il volume sul sito della casa editrice Mimesis.

************************************************************************

vl12_cover_ok

Udine, 07-05-2016 - VICINO/LONTANO 2016 -  CASA CAVAZZINI - Paul RicÏur, un pensiero vivo - presentazione della rivista ÒEdizioneÓ 2015 - intervengono FRANCESCA SCARAMUZZA, FABRIZIO TUROLDO - introduce BEATRICE BONATO  - Foto © 2016 Elia Falaschi/ Phocus Agency

Il volume è stato  presentato nell’incontro, a cura della Sezione FVG, PAUL RICOEUR, UN PENSIERO VIVO, Sabato 7 maggio alle ore 15 a Casa Cavazzini, nell’ambito della 12° edizione di vicino/lontano. Interventi di FRANCESCA SCARAMUZZA e FABRIZIO TUROLDO. Introduce BEATRICE BONATO

***********************************************************************************************************


vl12_cover_okLa Sezione FVG della Società Filosofica Italiana è stata presente al festival  anche Domenica 8 maggio, alle ore 11, presso l’Oratorio del Cristo, con l’evento realizzato in collaborazione con vicino/lontano

Udine, 08-05-2016 - VICINO/LONTANO 2016 - ORATORIO DEL CRISTO - La cura necessaria - incontro con DUCCIO DEMETRIO - Intervengono BEATRICE BONATO, MASSIMO DE BORTOLI - Foto © 2016 Alice BL Durigatti/ Phocus Agency

LA CURA NECESSARIA

Incontro con DUCCIO DEMETRIOInterventi di BEATRICE BONATO e MASSIMO DE BORTOLI

Diverse ragioni ci spingono oggi a considerare con interesse le figure della fragilità e della debolezza, tanto nelle relazioni intersoggettive quanto nella difficile costruzione dell’identità personale. La vulnerabilità è un tratto umano ineliminabile, non necessariamente negativo: è in quanto siamo vulnerabili, infatti, che possiamo essere colpiti, feriti, ma anche “toccati” dagli altri e dal mondo, esposti alla ricchezza e al rischio delle relazioni. D’altra parte, prendere coscienza della nostra comune condizione vulnerabile significa riconoscere che le nostre vite hanno bisogno di cura. Su questa nozione risalente alla filosofia antica, dove indicava una pratica costante volta a imparare a vivere, molte voci del pensiero filosofico e pedagogico contemporaneo riflettono da tempo intensamente. Senza nascondere la complessità e anche le ambiguità della cura, sospesa tra la ricerca della felicità e la volontà di controllo, comunque “necessaria”.

Leggi il programma completo della 12° edizione di vicino/lontano sul sito http://www.vicinolontano.it/

**********************************************************************************************************

sfilogo Olimpiadi di filosofia 2016 – Fase nazionale. 13-15 aprile 2016

 Ottimo risultato per la regione FVG. Tra i vincitori della fase nazionale Raffaele Indri, del Liceo “G. Marinelli” di Udine, classificatosi al 3° posto nel Canale A in Lingua Italiana.

imageDal 13 al 15 aprile 2016, si è svolta a Roma la fase nazionale delle Olimpiadi di Filosofia. Oltre ad affrontare il concorso, che prevede la redazione di un saggio in lingua italiana o straniera, gli studenti vincitori hanno partecipato a una tre giorni ricca di occasioni di confronto  e di arricchimento culturale, tra cui ha fatto spicco la lectio magistralis di REMO BODEI sui Paradossi del tempo. 

Qui la Locandina con il programma

**********************************************************************

sfilogo
Fase regionale al Liceo Copernico di Udine a cura della Sezione FVG

Gli studenti vincitori: Raffaele Indri (Liceo scientifico Marinelli, Udine), Gianni Filograsso (Liceo scentifico Marinelli, Udine), Gianluca Michelli (Liceo scientifico Paschini, Tolmezzo), Agnese Grison (Liceo scientifico Copernico, Udine)  continua..

*************************************************************************************************************