Home

*********************************************************************

Dantis_Amore_1859_60 dante gabriel rossettiMartedì 17 gennaio alle 13.30 su Radio1 regionale (FM 94.90) la SFIFVG presenta il programma di Filosofia in città 2017

 

*********************************************************************

Lunedì 16 gennaio, ore 11, Casa Cavazzini
CONFERENZA STAMPA   
La Sezioimagene FVG presenterà il nuovo ciclo di incontri
FILOSOFIA IN CITTÀ 2017CHE COSA SIGNIFICA PENSARE?

Interverranno
FEDERICO PIRONE, Assessore alla cultura del Comune di Udine
BRUNELLO LOTTI, Università di Udine
GIUSEPPE BEVILACQUA, Teatro Nuovo Giovanni da Udine
RENATO MIANI, Conservatorio Tomadini
PAOLA COLOMBO, Vicino/lontano
BEATRICE BONATO, Sezione FVG – Società Filosofica Italiana

conf_st_2017

Un momento della conferenza stampa con Paola Colombo, Beatrice Bonato, Federico Pirone, Renato Miani e Brunello Lotti

*********************************************************************

 

Dantis_Amore_1859_60 dante gabriel rossettiCHE COSA SIGNIFICA PENSARE?
FILOSOFIA IN CITTÀ 2017
Seconda edizione

Dal 22 gennaio 2017 la Sezione FVG della Società Filosofica Italiana presenta al pubblico cittadino FILOSOFIA IN CITTÀ 2017, nuovo ciclo di conversazioni filosofiche con letture e musiche, realizzate in collaborazione con gli autorevoli partner istituzionali della prima edizione del 2016: il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, il Conservatorio Tomadini, l’Università degli Studi di Udine, il Comune di Udine, la Rete per la Filosofia e gli studi umanistici e, da quest’anno, l’Associazione culturale Vicino/lontano. Fondamentale il contributo dei due Licei scientifici udinesi Copernico e Marinelli per FILOSOFIA IN CITTÀ Scuole. continua

*********************************************************************************************

Dantis_Amore_1859_60 dante gabriel rossettiFILOSOFIA IN CITTA’ 2017: Che cosa significa pensare?

Domenica 22 gennaio 2017, ore 11 al Teatro Nuovo Giovanni da Udine
L’analisi, la critica, il movimento del pensiero
FRANCA D’AGOSTINI, SIMONE FURLANI dialogano a partire dalla Prefazione alla Fenomenologia dello Spirito di Hegel
Letture di Stefano Rizzardi e Cristina Benedetti. Musiche di J.S. Bach e P. HindemithCarlo Teodoro al violoncello

Per buona parte del Novecento la scena filosofica è stata dominata dalla rappresentazione di una incompatibilità, quella tra gli “analitici”, filosofi rigorosi e scientifici, interessati a risolvere problemi con pragmatico spirito anglosassone, e i “continentali”, più propensi alle speculazioni e alla storia di concetti da loro stessi inventati che al confronto con la realtà. Ѐ un’immagine che molti studiosi oggi respingono come troppo schematica e sterile, incapace di rendere conto dei mutui prestiti tra le opposte sponde. Se si scopre, ad esempio, che alcuni analitici si occupano di metafisica, o che, per converso, i continentali argomentano ampiamente intorno a questioni concrete e attuali, forse non c’è più bisogno di dividere il mondo in due in modo manicheo. Restano le differenze, ma perché irrigidirle? E, dopotutto, perché identificare questo o quel metodo, questo o quello stile, con l’oggetto e il fine del pensare? La verità, se si vuole usare ancora questa parola, andrebbe piuttosto compresa nella sua fluidità, seguita nel suo movimento, secondo le istruzioni di un autore spesso consegnato in fretta a una vicenda culturale grandiosa ma conclusa. Hegel, nientemeno.

 

Locandina FILOSOFIA IN CITTA  2017

*********************************************************************************************

 

L’impresa responsabile di Adriano Olivetti

Villalta LAB STORIA CONTEMP

Il modulo L’impresa responsabile di Adriano Olivetti. Quando in Italia si facevano i computer, proposto e condotto dalla professoressa Eliana Villalta ai Licei “Le Filandiere” di San Vito al Tagliamento, è incentrato su una delle figure più rilevanti del capitalismo italiano del secondo dopoguerra, Adriano Olivetti, e su un’idea di impresa che ha avuto molto successo imprenditoriale e sociale all’epoca, durante l’epoca della ricostruzione industriale e politica del nostro Paese. continua

*********************************************************************************************

logoUNIUDRETE per la FILOSOFIA e gli STUDI UMANISTICI
Lezioni universitarie al Copernico

logo_copernico_sfondobiancoIl 2017 si apre al Liceo Copernico con un nuovo progetto culturale e didattico di approfondimento filosofico, ideato e promosso dal Dipartimento di Studi umanistici e del Patrimonio culturale (DIUM) dell’Università di Udine per la RETE per la Filosofia e gli Studi umanistici. Numerosi docenti dell’Ateneo udinese hanno offerto ai Licei e alle scuole partner della RETE la loro disponibilità a tenere alcune lezioni agli studenti su un’ampia rosa di autori e temi del pensiero filosofico, dall’antichità all’età contemporanea. Accolta con grande interesse dalla Dirigenza, dal Dipartimento di Filosofia e da tutte le componenti scolastiche del Liceo Copernico, l’iniziativa si è concretizzata in una serie di interventi che coinvolgeranno quasi tutte le classi del triennio. Tre gli argomenti scelti, per un ciclo di quattro mattinate con l’intervento di tre docenti universitari:

9 e 10 gennaio 2017, ore 8-10, Il Bene e l’Essere nella filosofia di Platone
Lezione del professor SALVATORE LAVECCHIA, Professore Associato di Storia della Filosofia antica presso l’Università di Udine.

24 febbraio 2017, ore 9-11, L’Empirismo di Berkeley
Lezione del professor BRUNELLO LOTTI, Professore Associato di Storia della Filosofia presso l’Università di Udine.

8 aprile 2017, ore 8.15-10 e ore 11-13, La luce tra fisica e filosofia
Lezione dei professori SALVATORE LAVECCHIA, Professore Associato di Storia della Filosofia antica e SEBASTIANO SONEGO, Professore Ordinario di Fisica Matematica presso l’Università di Udine.

*********************************************************************************************

 

Udine, 18-19 Novembre 2016

locandina rispondere di se definitiva-page-001RISPONDERE DI SÉ. CURA E RESPONSABILITÀ
tra diritto, filosofia, psichiatria e psicoanalisi

pubblico rdsDue giornate di studio e confronto pubblico in collaborazione con vicino/lontano, Liceo scientifico N. Copernico, Clinica psichiatrica di Udine, Università di Udine, Comune di Udine.

La Sezione FVG ha proposto al pubblico di Udine una nuova importante iniziativa dal taglio fortemente interdisciplinare, con la partecipazione di filosofi, psichiatri, psicanalisti, magistrati, pedagogisti. La due-giorni si è sviluppata  in tre momenti e si è svolta in tre sedi:

1. Venerdì 18 novembre, ore 11-13 e 15-17 AULA MAGNA del Liceo Copernico
Incontro dedicato agli studenti del Liceo Copernico
ore 11, interventi di GIORGIO GIACOMETTI, La filosofia può curare? giacometti rdsCLAUDIA FURLANETTO, L’imputabilità in psicanalisifurlanetto rds  MATTEO BALESTRIERI, Di chi è la mia vita? L’eutanasia sullo schermo cinematografico

ore 15, interventi di CORRADO BARBAGALLO, La psichiatria forense e la valutazione delle capacità  LIONELLA MANAZZONE, Giudicare e curare  Coordina BEATRICE BONATO

Qui le slides dell’intervento di Corrado Barbagallo La psichiatria forense, e di Claudia Furlanetto, L’imputabilità in psicanalisi

Insieme agli studenti del Liceo hanno partecipato soci, docenti e persone interessate (scrivere a beatrice.bonato@tin.it).

2.Venerdì 18 novembre, ore 18 LIBRERIA TARANTOLA
Presentazione del numero 370 di “aut aut” Individui pericolosi, società a rischiorovatti colucci cantone
Interventi di MARIO COLUCCIPIER ALDO ROVATTI

 Presenta DAMIANO CANTONE
INCONTRO PUBBLICO E GRATUITO

3.Sabato 19 novembre, ore 16 ORATORIO DEL CRISTO
Tavola rotonda con interventi di GRAZIELLA BERTOMARIO COLUCCI, GIORGIO GIACOMETTI,  LIONELLA MANAZZONEDAVIDE ZOLETTO. Modera BEATRICE BONATO

INCONTRO PUBBLICO E GRATUITO

RISPONDERE DI SÉ è realizzato con il sostegno della Fondazione Crup e con il contributo dell’Azienda Progetto2.

Qui Abstract, qui flyer con programma dettagliato.

*********************************************************************************************

La psicanalisi di fronte al terrore  di Claudia Furlanetto

Esec_Loc Plon 2016.inddAttacco alla generazione Bataclan: perché? a cura di Alessandra Guerra, è un nuovo libro della collana “Libertà di psicanalisi”, un’iniziativa editoriale che nasce dal pensiero di salvaguardare la molteplicità dei punti di vista della psicanalisi sulla cura: la cura di sé, la cura educativa, la cura politica, la cura della libertà, che non è solo libertà della psicanalisi, ma anche – attraverso la psicanalisi – della vita civile in generale. continua qui

*********************************************************************************************

Eventi in collaborazione con la SFIFVG, o che vedono presenti soci SFI, al

Mimesis Festival 17-22 ottobre 2016Essere cosmopoliti

 Il volume di Giorgio GiacomettiPlatone 2.0. La rinascita della filosofia come palestra di vita, Mimesis 2016 verrà presentato giovedì 20 ottobre alle Giacomettiore 16.00 alla libreria Feltrinelli di Udine, all’interno del Mimesis Festival 2016. Tema del festival di quest’anno è Essere cosmopoliti. L’autore dialogherà con Furio Honsell (Matematico, Università di Udine) e Luca Comino (Consulente e docente di comunicazione).

L’ampio studio propone una prospettiva inedita e provocatoria: intellettuali “marginali”, i cosiddetti filosofi praticanti, a condizione che si ispirino al modello del dialogo socratico-platonico, sarebbero, oggi, i soli filosofi degni di questo nome, anche quando (anzi soprattutto quando) esercitano l’attività professionale di “consulente filosofico”.  continua qui

***

Sempre giovedì 20 ottobre alla libreria Ubik di Udine (piazza Marconi, 5) alle fss18.00 verrà presentato il libro di Enrico Petris, Filosofia e servizi segreti. Il doppio mestiere dei filosofi analitici, Mimesis 2016. A discuterne con l’autore ci sarà Gianpaolo Carbonetto. Lo studio approfondisce le tematiche toccate nel seminario autunnale del 2015 della SFIFVG.

L’idea di fondo del libro parte dal tentativo di applicare alla storia della filosofia, da riorganizzare in un Ufficio brevetti idee filosofiche, lo stesso schema che diversi autori nel corso del Novecento hanno utilizzato per fornire una loro originale interpretazione della tradizione a partire da un punto di vista unitario che però fatalmente finisce per risultare contemporaneamente inconfutabile ed autoreferenziale. continua qui

***

demetrio-1Venerdì 21 ottobre alle ore 15.30 alla libreria Feltrinelli di Udine, Massimo De Bortoli introdurrà Silenzi d’amore di Duccio Demetrio. Il saggio si sofferma sui sentimenti d’ amore alla luce dei momenti di silenzio che connotano ogni relazione affettiva. In particolare sarà però la coppia il luogo prevalente di queste pagine: nella varietà dell’esperienza amorosa, passionale, coniugale, spirituale; nei rituali dell’innamoramento e dell’addio.

***

cantone_tomaselliSempre venerdì alle 18.00 alla libreria Kobo di Udine Oltre la suspense. Nuove forme della narrazione con Damiano Cantone (Direttore di Scenari) Piero Tomaselli (Regista), Sara Martin (Teorico del cinema e nuovi media, Università di Modena). Si tratta della presentazione del nuovo libro di Cantone e Tomaselli dedicato a Suspense! Il cinema della possibilità, Orthotes 2016.

***

Sabato 22 ottobre alle 17.00 al Castello di Colloredo, a cura di Pier Luigi castello-di-colloredo-di-monte-albanoD’EreditàLe corde della filosofia. Può la musica segnare i tempi del pensiero filosofico? Esecuzioni di Andrea Francescut (Musicista) e Maria Chiara D’Eredità (Musicista) al liuto e chitarra classica di brani medievali, rinascimentali e barocchi. Interventi letterari, riflessioni filosofiche, chiarimenti musicologici. Intervengono: Arnaldo Colasanti (Critico letterario e membro del Miur), Stefano Marino (Filosofo, Università di Bologna), Andrea Francescut (Liceo Marinelli)

Qui il programma completo del festival

*********************************************************************************************

SUMMER SCHOOL  DI FILOSOFIA e TEORIA CRITICA

Edizione 2016 a Gorizia

goLa Sezione FVG  da quest’anno soggetto capofila della RETE

Dal 26 settembre al 5 ottobre 2016 si è svolta la quarta edizione della Summer School, corso residenziale di approfondimento filosofico, quest’anno ospitato al Polo universitario di Gorizia, in via D’Alviano. La Summer School è organizzata dalla RETE per la Filosofia e gli Studi umanistici, della quale fanno parte Licei e Istituti superiori di tutto il Friuli-Venezia Giulia, i Dipartimenti umanistici delle Università di Trieste e di Udine, la Società Filosofica Italiana – Sezione Friuli Venezia Giulia, che da quest’anno ha il ruolo di soggetto capofila.

L’ edizione di quest’anno ha come titolo La psicoanalisi di Freud e il pensiero del Novecento. Le lezioni, i seminari, i laboratori e le conferenze della scuola attraverseranno, a partire dall’opera di Freud, alcune linee cruciali di sviluppo della psicoanalisi, mostrandone la fecondità per i percorsi del pensiero contemporaneo e saggiandone la tenuta alla luce del confronto con la filosofia. La Summer School intende così mettere a disposizione degli studenti alcuni strumenti critici e metodologici per abbordare importanti temi del pensiero di Freud, a partire dall’inconscio, dal decentramento del soggetto, dalla riflessione sul linguaggio e sull’immaginario, in un’ottica che non perde di vista le molteplici implicazioni della psicoanalisi.

Coordinatore generale della Rete e responsabile scientifico della Summer School è Raoul Kirchmayr, docente all’Università di Trieste e al Liceo Galilei di Trieste.

ss2Vedi anche Nuova Convenzione della Rete, il programma 2016 e il Flyer di presentazione della Summer School

qui  qualche foto dalla Summer School 2016

************************************************************************

Il nuovo studio di Tiziano SguazzeroIl socialismo friulano, 1945-1994: dalla Liberazione alla diaspora, prefazione di Gianni Ortis, (Pubblicazione dell’Istituto sguazzerofriulano per la storia del movimento di liberazione), Udine 2016, è  stato presentato mercoledì 28 Settembre 2016 – ore 18.30 presso la Sala Conferenze “Là di Moret”, viale Tricesimo, 276 – Udine

Il saggio di Tiziano Sguazzero esamina la storia della Federazione di Udine del Partito socialista italiano dalla Liberazione allo scioglimento del partito e alla successiva diaspora socialista. Il Psi in Friuli ha saputo esprimere una notevole capacità di elaborazione politica e di innovazione sotto il profilo programmatico, ancorando il progetto di trasformazione della società e l’azione quotidiana ai valori della sinistra democratica e ponendo con lungimiranza e con tempestività alcune questioni fondamentali per lo sviluppo civile e il progresso culturale e sociale dell’Italia e del Friuli: il federalismo europeo, il superamento della logica dei blocchi, la compatibilità tra il programma socialista e i valori cristiani, l’autonomia – da non intendersi però come estraneità – della cultura rispetto alla politica, la tematica dei diritti civili, l’esigenza di rinnovare le strutture della vita economica e sociale e le stesse istituzioni, adeguandole ai mutamenti verificatesi nei primi quarant’anni di storia repubblicana. La classe dirigente della Federazione di Udine  del Partito socialista italiano ha saputo esprimere figure di rilievo, anche per quanto concerne la politica nazionale: basti pensare a Giovanni Cosattini, deputato socialista del periodo che precedette l’avvento al potere del fascismo, primo sindaco della città di Udine dopo la Liberazione e senatore di diritto della Istsg Legislatura repubblicana e a Loris Fortuna, la figura più rappresentativa del socialismo friulano dal 1963 sino alla sua morte, avvenuta il 5 dicembre 1985, artefice della battaglia per i diritti civili in Italia. Chiudono il volume una serie di profili bio-bibliografici delle principali figure del socialismo friulano dal dopoguerra agli anni Ottanta.

Qui la recensione di Gian Luigi Bettoli su storiastoriepn.it

Per acquistare il volume è opportuno mettersi in contatto con la dott.ssa Monica Emmanuelli archivista dell’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione di Udine. (Per informazioni: Tel. 0432 295475 – fax 0432 296952; indirizzo mail: archivio@ifsml.it).

*********************************************************************************************

Eventi a cura della Sezione FVG a pordenonelegge

podenonelegge

Mercoledì 14 settembre 2016, ore 10.30 Ridotto del Teatro Verdi

UN’ECONOMIA DELLA CURA

Riane Eisler ricchezza nazioniIn collaborazione con il Dipartimento di Lingue e Letterature straniere dell’Università di Udine e l’Associazione Laureati in Lingue (ALL) e la Rete regionale per la Filosofia e gli Studi umanistici. Presentazione dei lavori del Liceo Leopardi-Majorana e del Liceo Le Filandiere del testo di Riane Eisler La vera ricchezza delle nazioni. Creare un’economia di cura di Riane Eisler (Forum, Udine 2015).

Interventi di ANTONELLA RIEM e ANGELO VIANELLO. Presenta CLAUDIA FURLANETTO

***

Venerdì 16 settembre, ore 18.30 Palazzo Gregoris

DALL’ATTESTAZIONE AL RICONOSCIMENTO. ATTUALITÀ DI PAUL RICOEUR

quaderni-fvg-scaramuzza-attestazione-riconoscimento (1)Presentazione di Edizione 2015, a cura di Francesca Scaramuzza (Mimesis, Milano-Udine 2016).

Interventi di FRANCESCA SCARAMUZZA e GUIDO GORGONI. Presenta ELIANA VILLALTA

I testi qui raccolti colgono la natura del percorso filosofico compiuto fra il 1989 e il 1998 dalla Sezione FVG della SFI assieme a Paul Ricœur. Questi scritti affrontano snodi cruciali del suo pensiero, come la riflessione sulla pluralità: pluralità dei sensi dell’essere; pluralità delle prospettive della verità e dei livelli dell’agire umano; pluralità dei nomi di Dio. In altri, la riflessione sulla fondamentale storicità della condizione umana accompagna, pur attraverso l’esperienza della sofferenza, la tensione alla felicità, mentre dalla difficoltà di porre in relazione vissuto e istituzione sorge la ricerca della giustizia e del riconoscimento.

***

Domenica 18 settembre 2016, ore 15.30 Palazzo Badini

DERRIDA, BLANCHOT, KAFKA TRA PSICANALISI E FILOSOFIA

DerrBlaKafPresentazione del libro a cura di Matteo Bellumori, Andrea Sartini e Alberto Zino (ETS, Pisa 2016). In collaborazione con il Movimento per la libertà della psicanalisi e l’Associazione Psicanalisi Critica.

Interventi di ALBERTO ZINO e ANDREA SARTINI. Presenta CLAUDIA FURLANETTO

Più voci si interrogano a partire da riflessioni, domande e pensieri di tre grandi autori, Derrida, Blanchot e Kafka per riversare sulle pratiche della filosofia e della psicanalisi i loro effetti critici e formativi, producendo una sorta di spaesamento che orienta non chiudendo gli orizzonti, non offrendo alibi (Derrida) e lasciando aperto il “fuori” del pensiero (Blanchot), che è anche imperscrutabilità dell’anima (Kafka). Il volume raccoglie gli atti di tre seminari organizzati dall’associazione Psicanalisi Critica di Firenze tra il 2011 e il 2014.

*********************************************************************************************